NOVENA A MARIA SANTISSIMA BAMBINA

S. Giov. Eudes, molto prima di S. Teresa dei B. G., fu apostolo dell'infanzia spirituale raccomandando perciò divozione e infanzia di Gesù e di Maria - Compose a questo scopo Ufficio e Litanie di Maria Bambina e ne consigliava la recita ogni 8 dei mese e in Settembre. Volle che si onorasse nella sua comunità una statua di M. Bambina e istituì il 12 ottobre una festa della S. Infanzia di Maria e promise che in cielo avrebbe pregato per i sacerdoti che avessero raccomandata questa divozione ai fedeli. 

1. Santa Bambina, della regale stirpe di Davide, re-gina degli angeli, madre della grazia e dell'amore, io ti saluto con tutto l'affetto del cuore. Deh! mi ottieni dal Signore di amarlo con generosa fedeltà in tutti i giorni della mia vita; mi ottieni ancora una tenerissi-ma devozione verso di te, che sei la Primogenita del-l'amore divino. Ave Maria...

O S. Bambina, deh, pen-saci Tu che tanto sei cara al Cuor di Gesù.

2. O celeste Pargoletta, che, quale candida colomba, sei venuta al mondo immacolata e bella, l'anima mia esulta innanzi a te, vero prodigio della sapienza e bontà di Dio. Illibata e pura, tu mi aiuta a conser-vare gelosamente, a costo di qualunque sacrificio, l'angelica virtù della santa purità. Ave Maria...

O S. Bambina, deh, pen-saci Tu che tanto sei cara al Cuor di Gesù.

3. Ave, graziosa e Santa Bambina, spirituale para-diso di delizie, ove nel dì dell'Incarnazione, fu pian-tato il vero Albero della vita, il Salvatore del mondo, m'aiuta ad innestare nell'anima mia i pensieri, gli affetti, le virtù del tuo Figlio divino, frutti soavissimt di vita immortale. Ave Maria...

O S. Bambina, deh, pen-saci Tu che tanto sei cara al Cuor di Gesù.

4. Ave, o ammirabile Pargoletta, chiuso giardino, im-penetrabile alle creature, aperto solo allo Sposo cele-ste, che si diletta di riposare tra i fiori delle tue ec-celse virtù. O Giglio di paradiso, m'innamora della vita umile e nascosta; fa che lo Sposo celeste trovi la porta dei mio cuore sempre aperta alle visite amo-rose delle sue grazie e delle sue ispirazioni. Ave Maria...

O S. Bambina, deh, pen-saci Tu che tanto sei cara al Cuor di Gesù.

5. O Santa Bambina, mistica aurora, porta felice del cielo, in te l'anima mia si affida e in te spera. Come profonda è la mia tiepidezza nel servizio di Dio! quanto grande il pericolo di dannarmi! O potente Avvocata, dalla tua piccola culla stendi benigna la mano, mi scuoti dal penoso letargo, mi sorreggi nel cammino della virtù... Fa che attenda a servire il Si-gnore con fervore e costanza fino alla morte, e rag-giunga così l'eterna corona. Ave Maria...

O S. Bambina, deh, pen-saci Tu che tanto sei cara al Cuor di Gesù.

(Tratta da: "Un segreto di felicità")