NOVENA A SAN CHARBEL

Primo giorno

O meraviglioso San Charbel, dal tuo corpo sale profumo verso il cielo, vieni in mio aiuto e implora da Dio in mio favore la grazia, di (.... nominare) di cui ho molto bisogno, se questa porta veramente onore a Dio e salvezza alla mia anima. Amen.

O SAN CHARBEL PREGA PER ME!

O mio Signore che hai dato a San Charbel la grazia della fede, Ti prego di concedere per sua intercessione questa divina grazia, affinché io viva secondo i Tuoi comandamenti e il Tuo Vangelo. Pater, Ave, Gloria. 

Secondo giorno

O San Charbel, martire della vita monastica, che hai fatto esperienza del dolore del corpo e dell'anima, di te ha fatto Dio, il Signore, un faro luminoso. Corro a te e ti prego di chiedere a Dio per tua intercessione questa grazia (.... nominare). Ho fiducia in te. Amen.

O SAN CHARBEL, VASO PROFUMATO, INTERCEDI PER ME!

O buon Dio che hai onorato San Charbel conferendogli la grazia di compiere miracoli, abbi pietà di me e concedimi per la sua intercessione ciò per cui Ti prego. A Te l'onore per sempre! Pater Ave, Gloria. 

Terzo giorno

O amatissimo padre Charbel che risplendi nel cielo della Chiesa come una stella fiammeggiante, rischiara il mio cammino e fortifica la mia speranza. Per mezzo tuo chiedo questa grazia (.... nominare). Ti prego di implorarla per me dal Signore crocefisso, che tu hai sempre adorato.

O SAN CHARBEL, MODELLO DI PAZIENZA E SILENZIO, INTERCEDI PER ME!

O Signore, mio Dio, che hai santificato San Charbel aiutandolo a portare la sua croce, dammi il coraggio di sopportare le difficoltà della vita con pazienza e fiducia secondo il Tuo volere per intercessione di San Charbel. Ti ringrazierò per sempre. Pater, Ave, Gloria. 

Quarto giorno

O amorevole padre San Charbel ricorro a te. Il mio cuore è pieno di fiducia in te. Per la potenza della tua intercessione presso Dio attendo la grazia che imploro (.... nominare). Mostrami ancora una volta il tuo amore.

O SAN CHARBEL, GIARDINO DI VIRTù, INTERCEDI PER ME!

O Dio, che hai concesso la grazia a San Charbel di essere simile a Te, concedi anche a me per mezzo della sua intercessione di crescere nelle virtù cristiane. Abbi pietà di me, perché io Ti possa lodare per sempre. Amen. Pater Ave, Gloria. 

Quinto giorno

O San Charbel amato da Dio, ti prego di illuminarmi, aiutarmi, insegnarmi a fare ciò che piace a Dio. O amorevole padre, Ti prego di affrettarti e di venire in mio aiuto. Ti prego di intercedere presso Dio (.... nominare) per questa grazia.

O SAN CHARBEL, AMICO DELLA CROCE, PREGA PER ME!

O Dio accogli la mia supplica per intercessione di San Charbel e donami la pace. Calma i grovigli della mia anima. A Te lode e onore per sempre! Pater, Ave, Gloria. 

Sesto giorno

O San Charbel, potente intercessore, ti prego di impetrare per me la grazia, di cui ho molto bisogno (.... nominare). Basta una sola parola rivolta da te a Gesù, perché Egli mi perdoni, abbia pietà di me e accolga la mia preghiera. Amen.

O SAN CHARBEL, GIOIA DEL CIELO E DELLA TERRA, PREGA PER ME!

O Dio, che hai scelto San Charbel per portare i nostri bisogni davanti alla Tua potenza divina, Ti prego, per la sua intercessione, di concedermi questa grazia (.... nominare). Amen. Pater Ave, Gloria. 

Settimo giorno

O San Charbel, da tutti amato, tu vieni in aiuto di tutti coloro che hanno bisogno di te. Pongo tutta la mia fiducia nella tua intercessione. Impetra per me questa grazia di cui ho molto bisogno! (.... nominare). Amen.

O SAN CHARBEL, STELLA CHE GUIDA GLI SMARRITI, PREGA PER ME!

O Dio, i miei innumerevoli peccati impediscono che le Tue grazie possano giungere a me. Concedimi la grazia di espiare per essi. Dammi risposta alla intercessione di San Charbel. Dà al mio cuore triste la gioia e accoglila mia preghiera, o oceano di tutte le grazie. A Te l'onore e la lode per sempre. Amen. Pater, Ave, Gloria. 

Ottavo giorno

O San Charbel, quando ti vedo in ginocchio su un intreccio di ramoscelli, quando digiuni, quando ti maceri, oppure quando sei in estasi nel Signore, la mia speranza e fiducia nella tua intercessione aumenta. Ti prego aiutami, affinchè Egli possa concedere la grazia che imploro (.... nominare).

O SAN CHARBEL, PIENEZZA DI GIOIA IN DIO, AIUTAMI!

O dolce Gesù, che hai portato il tuo amatissimo Charbel fino alla santità, concedimi la grazia di esserTi fedele fino alla morte. Ti amo o mio Salvatore. Amen. Pater Ave, Gloria. 

Nono giorno

O San Charbel, ora sono arrivato al termine di questa novena. 11 mio cuore è felice quando parlo con te. Sono fiducioso di ricevere da Gesù la grazia, che ho implorato per tua intercessione. Mi pento dei miei peccati e ti prometto di combattere le tentazioni. Spero nell'adempimento della mia preghiera (.... nominare).

O SAN CHARBEL, CORONATO DI GLORIA, PREGA PER ME!

O signore, Tu hai ascoltato le preghiere di San Charbel, e gli hai donato la grazia della comunione con Te, abbi pietà di me nella mia disperazione, salvami dalle mie sfortune, perché non sono capace di sopportarle. Amen.A Te onore, lode e grazie per sempre! Pater, Ave, Gloria.

 

Preghiera quotidiana in onore di San Charbel

O Dio buono, misericordioso e amorevole, mi prostro dinanzi a Te e Ti mando dal profondo del mio cuore una preghiera di ringraziamento per tutto ciò che mi hai concesso per intercessione di San Charbel. Ti sono molto grato, o mirabile San Charbel. Non trovo le parole giuste per esprimere il mio riconoscimento per il beneficio ricevuto. Aiutami sempre, affinché sia sempre degno delle grazie di Dio e di meritarmi la tua protezione. Pater Ave, Gloria. 

Imprimatur: Ordine Libanese Maronita - Roma S.E.R. Emilio Eid - Vescovo 2 febbraio 1999 

BREVISSIMA BIOGRAFIA DI SAN CHARBEL

San Charbel Makhlouf nacque l'8 maggio 1828 a Bequa' Kafra (Libano settentrionale). In età giovanile pregò la Beata Vergine di diventare monaco come i suoi due zii. Questi parenti erano eremiti. Nell'anno 1851 Charbel entrò nell'Ordine Libanese dei Maroniti. Nel 1853 fece la professione monastica e nel 1859 venne ordinato sacerdote. Durante gli studi il santo ebbe come insegnante Nimatullah Al Hardini, un grande asceta e devoto della Madre di Dio.

Da sempre San Charbel era uomo di preghiera. Per ore ed ore stava in ginocchio dinanzi al Santissimo accogliendo l'invito del Signore: "pregate senza interruzione".

Egli venerava profondamente la Madre di Dio e amava il rosario. Aveva rispetto per gli altri, ma rimaneva modestamente in disparte. La sua preghiera continua, il suo perseverante digiuno, i suoi atti di mortificazione e la sua unione con Dio, lo trasformarono in un angelo nelle vesti di uomo. Il nostro santo sentiva la chiamata ad una vita da anacoreta. Per molte volte chiese il permesso di diventare eremita. Nel 1875, dopo il miracolo della lampada (che era accesa sebbene contenesse solo acqua e non olio), il superiore gli diede il permesso di entrare nell'eremitaggio che dipendeva dal monastero di Annaya. San Charbel fu un eremita esemplare e visse in condizioni estremamente dure. Il 16 dicembre 1898 alle ore 11 del mattino San Charbel celebrava la Santa Messa nel suo eremitaggio, conforme alle sue abitudini. Secondo quanto riferito, venne colpito da una paralisi mentre proclamava l'inno: "O Padre della verità, ecco Tuo Figlio vittima atta a placarti. Accettalo perché è per me che egli è morto. Ecco il sacrificio, ricevilo dalle mie mani e sii propizio, e non ricordarti più dei miei peccati, che ho commesso al cospetto della tua maestà... Ecco che il sangue suo è sparso sul Golgota e intercede per me. Accetta la mia oblazione per riguardo ad esso".

La sua agonia si trascinò per otto giorni. Spesso egli pregava con queste parole: "O Padre di verità". Al termine di 16 anni vissuti nel convento e altri 23 anni di vita esemplare da anacoreta, San Charbel rendeva la sua anima a Dio alla vigilia di Natale, il 24 dicembre 1898. Aveva 70 anni. Dopo la sua morte il corpo di San Charbel rimase integro fino alla sua beatificazione; trasudava sangue e acqua, mentre le membra si mantenevano mobili. Questo fenomeno stupì gli scienziati. Il fedeli si recavano in massa in pellegrinaggio alla sua tomba. Da allora Dio glorifica il suo fedele servo Charbel con conversioni e grandi miracoli che egli ottiene da Dio. Il 5 dicembre 1965 è stato beatificato a Roma e il 9 ottobre 1977 canonizzato. 

Leggi la sua Vita, bellissima, in "santiebeati" su questo stesso sito.