NOVENA CON ALEXANDRINA

A Te grido, Signore, non restare in silenzio, mio Dio! Ascolta la voce della mia supplica! (SI 27,28) A Te gridarono e furono salvati; sperando in Te non rimasero delusi. (SI 21,22)

PREMESSA

Nessuna risorsa umana riesce a liberarmi da questa tribolazione che mi angoscia da tanto tempo: invoche-rò l'aiuto del Cielo! Ma io mi sento così incapace di trovare le parole per rivolgermi direttamente a Dio... ricorrerò all'interces-sione di Alexandrina, ricordando quanto ho trovato nei suoi scritti.

In un'estasi la Madonna ha detto ad Alexandrina: "Che tu possa essere invocata per tutti i dolo-ri dell'anima e del corpo, invocandoti dalla Ter-ra quando sarai in Cielo, come martire dei do-lori, per conforto e balsamo dei dolori umani S (8-4-49)

E Gesù, pure in estasi: "Ti ho creata per la felicità di molte anime L (4-10-34) Farò allora una novena alla venerabile Alexandrina. Oh, Alexandrina, anch'io ti invoco: accompagnami in questi nove giorni! Gesù ti ha detto: "Il dolore non deve essere separato dall'amore. Poveretto chi soffre senza amare!". S (26-12-52)

Allora voglio credere che diventerò io pure una di quelle anime che, crescendo nell'amore, raggiungono la felicità già qui su questa terra. E, per crescere nell'amore, voglio imparare da te. Aiu-tami! Mi porrò in atteggiamento umile davanti a Dio e mi esprimerò con le tue parole.

PRIMO GIORNO

Nell'accostarsi a Dio, Infinito e Sommo Bene, l'anima sente tutta la sua meschinità e miseria.

PREGHIERA DI PENTIMENTO "Piangi, piangi, anima mia! Che le tue lacrime siano di dolore per non aver ama-to Gesù e per averlo tanto offeso. Piangi, anima mia, piangi affinché le tue lacrime muo-vano Gesù a compassione, tanto che infiammi me nel suo divino amore e mi faccia diventare folle d'amore per Lui!". S (16-1-48)

"Cara Mamma, fa' che io pianga fiumi di lacrime di pentimento per i miei tanti peccati, pur avendo rice-vuto tanti benefici da Te e da Gesù". L (8-4-49)

"Nel vedere la mia ingratitudine e l'ingratitudine del mondo, dicevo: «O Gesù, non so come Tu non abbia già abbandonato i tabernacoli e non sia volato in Cielo, lasciandoci soli sulla terra: il sole ti ubbidì e si nascose; la notte ti ubbidì e ap-parve con il chiaro di luna e le stelle. Come tutto que-sto è bello! Solo gli uomini ti offendono: che tristezza!»". L (8-10-41)

PREGHIERA DALL'IMMAGINETTA O Trinità Santissima, Ti adoro e Ti ringrazio perché ci hai donato l'esempio di Alexandrina, scintilla purissima del tuo amore. Ti prego di aiutarmi ad imitarla: che io mi consumi in un anelito sempre più ardente nel dedicarmi a Te e ai fratelli. Ti chiedo umilmente di glorificarla con la Beatificazione e di concedermi, per la sua intercessione, la grazia che ardentemente Ti chiedo. Gloria al Padre... Maria, aiuto nostro, prega per noi!

SECONDO GIORNO

Il pentimento non ha valore, se non è seguito da un forte proponimento di emenda.

PREGHIERA DI CONVERSIONE "Ho tanti desideri di correggermi, di trasformarmi, di essere solo quella che Gesù vuole che io sia". L (19-2-40)

"Gesù, correggimi nei miei difetti; non permettere che io ti offenda!". S (19-8-49)

Sono tanto lontana dall''essere perfetta, dall'usare con tutti la carità di Gesù! "Aiutami, Amore mio, a convertirmi veramente a Te. Rendimi davvero simile al Tuo divino Cuore. Quali ansie io ho di amarti e di amare il prossimo! Dammi il tuo amore, Gesù, dammi il tuo amore!". S (5-8-49)

"O mio Amato, trasforma i miei geli nell'amore più ardente, affinché Tu possa essere amato da tutti i cuori". L (23-7-40)

"O mia cara Mamma del Cielo, o Rifugio dei pecca-tori, dì a Gesù che voglio essere santa!". A (16) "Mio Dio, mio Dio, che lotta, che sofferenza, che combattimento tra quella che sono e quella che do-vrei essere!". S (22-6-51)

"Gesù, io non sono più la stessa! Ti ricordi del molto che ti ho offeso. Ora voglio solo amarti!". L (25-9-41)

PREGHIERA DALL'IMMAGINETTA O Trinità Santissima, Ti adoro e Ti ringrazio perché ci hai donato l'esempio di Alexandrina, scintilla purissima del tuo amore. Ti prego di aiutarmi ad imitarla: che io mi consumi in un anelito sempre più ardente nel dedicarmi a Te e ai fratelli. Ti chiedo umilmente di glorificarla con la Beatificazione e di concedermi, per la sua intercessione, la grazia che ardentemente Ti chiedo. Gloria al Padre... Maria, aiuto nostro, prega per noi!

TERZO GIORNO

Il pentimento e la volontà di conversione sfociano nel-la richiesta di perdono.

PREGHIERA DI PERDONO "Mamma, chiedi per me perdono a Gesù. Digli che io sono il figlio prodigo che torna alla casa del suo buon Padre, disposta a seguirlo, ad amarlo, ad adorarlo, ad obbedirgli, ad imitarlo. Digli che non voglio più offenderlo. O Mamma, ottienimi un dolore tanto grande per i miei peccati, che sia tale il mio pentimento, da diven-tare pura, da diventare angelo! Pura come rimasi dopo il mio battesimo, affinché la mia purezza mi faccia meritare la compassione del mio Gesù".  A (17)

"Perdono, perdono, Padre mio, Padre mio e mio Creatore! Solo per Tuo amore, solo per Tuo amore sono qui, Gesù, contrita e pentita...  dammi il Tuo amore, dammi il Tuo perdono, o Gesù, o Gesù, o Gesù!". S (23-10-53)

"O mio Gesù, mio Gesù, perdono, perdono, perdo-no per i miei peccati!". S (13-11-53)

"Dammi il tuo amore, dammi il tuo perdono! Dammi il tuo perdono, o Gesù, o Gesù, o Gesù!". S (27-11-53)

PREGHIERA DALL'IMMAGINETTA O Trinità Santissima, Ti adoro e Ti ringrazio perché ci hai donato l'esempio di Alexandrina, scintilla purissima del tuo amore. Ti prego di aiutarmi ad imitarla: che io mi consumi in un anelito sempre più ardente nel dedicarmi a Te e ai fratelli. Ti chiedo umilmente di glorificarla con la Beatificazione e di concedermi, per la sua intercessione, la grazia che ardentemente Ti chiedo. Gloria al Padre... Maria, aiuto nostro, prega per noi!

 QUARTO GIORNO

Ora l'anima può elevare la sua accorata supplica.

PREGHIERA DI SUPPLICA "Gesù, abbi pietà di chi soffre e non sa soffrire, co-me me!". L (13-12-39)

"Chi potrà vivere così, mio Gesù? Dammi la tua grazia, senza la quale la vita in questo esilio è disperazione, è morte". S (2-5-47)

"Gesù, accogli le mie suppliche, accoglile, accoglile! Gesù, non badare se questa che Ti supplica è povera, la più povera e miserabile, ma ricordati le Tue divine promesse e la Tua esigenza nel comandarmi di sup-plicarti con insistenza. Chiedo, Gesù, chiedo e confido!". S (11-2-52)

"O Gesù, o Mamma, o Padre, o Spirito Santo, acco-gliete le mie richieste, accogliete le mie suppliche! Non le nomino, mia Trinità adorabile, ma Vi mostro il mio cuore: sono tutte là presenti. Accoglietele!". S (15-8-52)

"Dammi, Gesù, il fuoco del Tuo santissimo Cuore. Sii Tu la mia forza, dammi la Tua pace!". S (15-3-46)

"Gesù, che con la tua forza io soffra, con il tuo Cuore io ami!". S (24-1-47)

"Mio Dio, va il mio spirito vagando nelle tenebre, e quasi disperatamente. Pietà, mio Gesù, ti chiedo pietà!". S (29-10-45)

"Il mio grido viene soffocato da tanto dolore: pare non arrivi al Cielo". S (1-4-49)

PREGHIERA DALL'IMMAGINETTA O Trinità Santissima, Ti adoro e Ti ringrazio perché ci hai donato l'esempio di Alexandrina, scintilla purissima del tuo amore. Ti prego di aiutarmi ad imitarla: che io mi consumi in un anelito sempre più ardente nel dedicarmi a Te e ai fratelli. Ti chiedo umilmente di glorificarla con la Beatificazione e di concedermi, per la sua intercessione, la grazia che ardentemente Ti chiedo. Gloria al Padre... Maria, aiuto nostro, prega per noi!

 QUINTO GIORNO

L'anima, nell'invocare, sente il bisogno di rivolgersi anche a Maria, madre di Gesù e madre nostra.

PREGHIERA A MARIA "Le mie povere preghiere non arrivano al Cielo; vo-glio renderle ricche, valide, ma non posso. Chiedo alla Mamma di parlare Lei a Gesù, di offrir-gli tutto e di invocare per me". L (7-11-40)

"O Mamma, parla Tu nel mio cuore e nelle mie lab-bra: rendi più fervorose le mie preghiere e più valide le mie richieste". A (17)

"Mamma, chiedi al tuo Gesù luce per la tua figlioli-na, chiedi conforto per la mia anima!". L (23-6-41)

"Mamma, non abbandonarmi! Non permettere che io rattristi Gesù! Fa' che io possa portare la mia croce, che tutti pos-siamo portare la nostra croce con il più grande amo-re, con la più grande perfezione!". S (6-6-53)

"Il tuo cammino, madre di Gesù, mi dà conforto per portare la croce in questa amarezza, nelle tenebre, in tanta aridità". S (15-12-44)

"Mamma, Mamma, per la Tua Immacolata Concezione, Ti imploro: accogli le mie preghiere, tutte, tutte le mie preghiere; presentale a Gesù e fa' che siano accolte favorevol-mente!". S (6-12-52)

PREGHIERA DALL'IMMAGINETTA O Trinità Santissima, Ti adoro e Ti ringrazio perché ci hai donato l'esempio di Alexandrina, scintilla purissima del tuo amore. Ti prego di aiutarmi ad imitarla: che io mi consumi in un anelito sempre più ardente nel dedicarmi a Te e ai fratelli. Ti chiedo umilmente di glorificarla con la Beatificazione e di concedermi, per la sua intercessione, la grazia che ardentemente Ti chiedo. Gloria al Padre... Maria, aiuto nostro, prega per noi!

 SESTO GIORNO

Per sopportare bene il mio dolore, crescendo nel-l'amore, devo uscire da me stessa, sentirmi coinvolta nel dolore universale, invocare per tutti i fratelli. "Alexandrina, insegnami!".

PREGHIERA DI INTERCESSIONE "Tralascio di pensare alle mie tristezze, ai dolori, alle amarezze, e vado pregando per il mondo intero". S (15-2-45)

"Vedo che tutto il mondo è notte, che è tutto in ri-volta. Voglio soccorrerlo, voglio salvarlo, e non pos-so! Quanto è grande il mio dolore! Gesù, vieni e vinci Tu in me!". S (10-10-47)

"Gesù, ti ricordo tutti i cuori che amo, tutti i cuori amici e nemici, conosciuti e no, fedeli e infedeli, il mondo intero!". S (6-9-52)

"Gesù, sii misericordia che non dimentica, ma che ama!". S (27-11-53)

"Ti invoco, mio Gesù, per la anime del Purgatorio: quelle alle quali devo riconoscenza, quelle che mi so-no state raccomandate, quelle che sono più prossime ad andare in Cielo, quelle abbandonate che non han-no nessuno che preghi per loro, tutte in generale. Per loro affretta l'ora della Tua gloria!". S (14-4-50)

"In un martirio dolorosissimo di anima e di corpo, durante le tre ore di agonia (nel rivivere la Passione), fissai il Cuore divino del mio Gesù. Siccome era il giorno del Suo divin Cuore, Gli chie-si l'amore del Cuore stesso, tutto l'amore, tutte le grazie, tutta la protezione e le benedizioni, non solo per me, ma per tutti i miei cari, per tutta la mia fami-glia, per tutti quelli che si raccomandano alle mie preghiere e, infine, per il mondo intero. Quanto è bello soffrire, soffrire tanto e, nello stesso tempo, fare suppliche a Gesù!". S (4-6-48)

PREGHIERA DALL'IMMAGINETTA O Trinità Santissima, Ti adoro e Ti ringrazio perché ci hai donato l'esempio di Alexandrina, scintilla purissima del tuo amore. Ti prego di aiutarmi ad imitarla: che io mi consumi in un anelito sempre più ardente nel dedicarmi a Te e ai fratelli. Ti chiedo umilmente di glorificarla con la Beatificazione e di concedermi, per la sua intercessione, la grazia che ardentemente Ti chiedo. Gloria al Padre... Maria, aiuto nostro, prega per noi!

 SETTIMO GIORNO

Il vero amore a Dio, profondo, esclusivo, porta l'ani-ma alla fiducia in Lui, all'abbandono nell'Amato dal quale si sente amata, di qui, la certezza che la suppli-ca verrà esaudita, nel modo migliore, anche se diver-samente dalle aspettative.

PREGHIERA DI FIDUCIA, DI AFFIDAMENTO "Lo sconforto si ostina con me, vuole vincere; ma io confido che solo Gesù vincerà". L (27-8-39)

"Quando la mia anima è scoraggiata, nei momenti più dolorosi e tristi sto quasi per dire: «Non ne posso più!». Ma, appena rifletto, non riesco a completare la frase. Mi esce dal cuore un impulso fortissimo che mi ob-bliga a dire subito: «Posso, posso, mio Gesù! Posso tutto con la tua gra-zia»". S (5-11-48)

"Il mio grido è doloroso: «Credo, Gesù, credo! Ti amo, spero e confido»". S (5-11-54)

"Sii Tu il mio Amico giusto ed infallibile, Signore! Confido nel tuo amore e nella tua misericordia infini-ta". S (31-7-53)

"Ma io ho fiducia, mio Gesù. Ho fiducia anche contro tutto, contro tutta la morte delle mie sperànze". S (29-8-47)

"Veda io tutto contro di me, sia io abbandonata da tutti, veda io sfasciarsi la Terra e persino il Firma-mento, ma non cessi di avere fiducia in Te!". S (27-11-53)

"Nel mio dolore mi abbandono tra le braccia di Ge-sù e della cara Mamma, fiduciosa che questi santis-simi Cuori avranno compassione di me". L (8-6-40)

"Devo aver fiducia: non posso essere abbandonata da Coloro nei quali solo ho confidato!". S (21-2-47)

PREGHIERA DALL'IMMAGINETTA O Trinità Santissima, Ti adoro e Ti ringrazio perché ci hai donato l'esempio di Alexandrina, scintilla purissima del tuo amore. Ti prego di aiutarmi ad imitarla: che io mi consumi in un anelito sempre più ardente nel dedicarmi a Te e ai fratelli. Ti chiedo umilmente di glorificarla con la Beatificazione e di concedermi, per la sua intercessione, la grazia che ardentemente Ti chiedo. Gloria al Padre... Maria, aiuto nostro, prega per noi!

 OTTAVO GIORNO

L'amore a Dio deve crescere, tanto da renderci capaci di accettare di buon grado la Sua volontà, anche se costa. Costa perché non sappiamo vedere gli eventi con gli occhi di Dio. Ma dobbiamo fidarci ciecamente di Lui che ci ama, anche se non sentiamo il Suo amo-re in certi momenti così difficili. Il nostro modello deve essere sempre Gesù, anche nel-le ore dell'agonia nell'Orto. Dobbiamo raggiungere, o almeno avere come meta, la totale conformità alla vo-lontà divina.

PREGHIERA DI ACCETTAZIONE "Mi costa tanto sopportare il dolore che mi abbatte, le spine che dolorosamente mi penetrano nell'intimo del cuore e dell'anima! Ma un «sì», un «sia fatta la tua volontà, mio Gesù» mi esce dal cuore, anche se soffocato dal peso che lo opprime". L (26-6-40)

"Quando sono più afflitta, ho l'abitudine di dire: «Mio Dio, sia fatta in tutto e sempre la Tua santissi-ma volontà. In Te confido»". L (4-11-35)

"Sta in me la notte più tempestosa e triste, ma il mio cuore mormora: «Gesù lo vuole, io lo voglio!»". L (11-4-40)

"Gesù, io non ho altra volontà se non la Tua, né altri desideri se non i Tuoi". L (26-12-35)

"Mio Gesù, io voglio tutto, tutto quanto a Te piace. Voglio consolarti, voglio amarti... Voglio fare in tutto, in tutto, la Tua santissima volon-tà". L (26-4-39)

"La mia vita sia la Tua vita, Gesù; la Tua volontà sia la mia". L (28-6-39)

PREGHIERA DALL'IMMAGINETTA O Trinità Santissima, Ti adoro e Ti ringrazio perché ci hai donato l'esempio di Alexandrina, scintilla purissima del tuo amore. Ti prego di aiutarmi ad imitarla: che io mi consumi in un anelito sempre più ardente nel dedicarmi a Te e ai fratelli. Ti chiedo umilmente di glorificarla con la Beatificazione e di concedermi, per la sua intercessione, la grazia che ardentemente Ti chiedo. Gloria al Padre... Maria, aiuto nostro, prega per noi!

 NONO GIORNO

Arrivati a questo punto, contempliamo il trionfo del-l'amore, che non toglie la sofferenza umana, ma aiuta a superarla, sublimandola. A questo siamo chiamati tutti, non solo Alexandrina, per quanto nella sua grande anima eroica vengano rag-giunte vette particolarmente elevate. E, col trionfo dell'amore, esplode un "magnifrcat" bel-lissimo di ammirazione e riconoscenza. Si sente veramente che (SI 148) «Risplende nell'universo la gloria del Signore".

PREGHIERA DEL CUORE E DI RINGRAZIAMENTO "Il fuoco del cuore mi dà delle ansie tanto grandi, tanto infinite di amare Gesù, la sua legge e tutto quanto è suo, di amare la Mamma e tutta la Santissi-ma Trinità. Voglio solo appartenere interamente a questa Divini-tà, consumarmi e scomparire in essa. S (23-3-51)

"Soffro, soffro molto. Subito mi lancio in spirito tra le braccia di Gesù e, molto afferrata a Lui, gli dico: «Ciò che voglio è amarti, mio Gesù, e vincere il mio dolore con la Tua grazia. Io sono Tua, mio Gesù, e non ti mollerò». E con questa forza di volontà di non separarmi da Gesù, passa tutta la tormenta": S (4-6-48)

"Che unione tanto intima io sentivo col Signore! Mi pareva di non essere di questo mondo". L (8-3-35)

"Nuotare nel Tuo amore è forza nella croce. Voglio amarti sempre, voglio amarti sempre". S (30-10-53)

"è Gesù che vince. è Lui che ha permesso che io non cadessi nella di-sperazione. Vorrei che il mondo intero e tutto il Cielo ringrazias-sero per me il Signore; e tutto questo ringraziamento non sarebbe nulla rispetto alla mia gratitudine verso Gesù". S (22-11-46)

"A tutte le creature che lodano il Signore chiedo che Lo lodino per me". S (19-3-48)

"Che Tu sia benedetto, mio Gesù! Il mio «grazie!» sempre sempre, notte e giorno!". S (3-4-53)

Sia lodato e ringraziato ogni momento il Santissimo e Divinissimo Sacramento!

ALLELUIA L'anima mia glorifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore! Lode e gloria a Te, luce del mattino! Ti esalto, Dio, mio Re; canterò in eterno a Te. Lodate Dio, cieli immensi ed infiniti lodate Dio, cori eterni d'angeli! E concludiamo con Alexandrina: "Il mio cuore sale, lascia il mondo. Vede nelle altezze la grandezza e l'amore dell'Infinito. Ah, che sete di perdermi in Lui! Che sete di dare a quell'Amore ciò che desidera!". S (26-7-45) Gloria al Padre... Maria, aiuto nostro, prega per noi!