NOVENA DEL SANTO NATALE DETTATA DALLA MADONNA A MAMMA CARMELA

« Raccogli i tuoi pensieri e scrivi ciò che desi-dero che tu prepari per il mio Figlio Gesù nel giorno suo natalizio.

Presenta intanto al Padre nostro gli ardenti desideri e le invocazioni con cui i santi patriarchi e pro-feti anelarono la nascita del Salvatore, a salvezza dell'umanità abbruttita e indurita dal peccato.

Offrigli anche i gemiti del mio cuore con cui so-spiravo la sua venuta, e che furono cosà graditi a Dio da anticipare la sua nascita.

Anche oggi, come allora, il mondo è avvolto nel male; e se il Redentore non rinnova i miracoli che accompagnarono la sua nascita, rinnova però conti-nuamente l'offerta al Padre della sua amarissima pas-sione, perché il mondo non cada in rovina.

Quanto ènecessario che le anime buone si uni-scano in preghiera e che invochino pietà e miseri-cordia!

Nei giorni poi di preparazione immediata al Na-tale, distribuirai le tue preghiere, le tue opere e inten-zioni così:

 

Chiedi nel primo giorno della Novena la conver-sione dell'Italia. La chiamate la culla del Cristiane-simo non per nulla. Chiedi al Padre che proprio da essa Gesù possa rinnovare la sua rinascita.

 

Il secondo giorno pregherai per tutta l'Europa. dove molti Cristiani non mi vogliono invocare ed . amare. Come è possibile dare al mondo un Figlio senza Madre, e che la grandezza di Lui non ridondi su di Lei?

 

Il terzo giorno pregherai per l'Asia, dove lo nac-qui e nacque il mio Gesù. è la mia terra. E' la mia gente. Raccomanderai particolarmente quel popolo che ancora attende il Messia per non aver creduto in Lui. Pregherai per la Russia che, dopo averlo rice-vuto, ne ha negato persino l'esistenza.

 

Il quarto giorno pregherai per l'Africa, dove do-vetti portare il mio tenero Bambinello e dove vissi alcuni anni in esilio.

 

Il quinto giorno pregherai per l'Australia, dove lavorano molti italiani, perché la loro opera sia frut-tuosa e benedetta.

 

Il sesto giorno pregherai per le Americhe, dove fu portata la Croce per la prima volta da un Italiano, e che ora sono diventate patria di adozione per molti di essi. L'immensità del territorio, la diversità di raz-ze, di religione e di abitudini, fanno di esse un campo aperto a un bene e a un male immenso. La giustizia sociale darebbe benessere a tutti. Prega per questa immensa terra, dove il martirio, anche se non appa-rente, non è un fatto passato ma tutt'ora in atto.

 

Il settimo giorno pregherai per gli abitanti delle terre polari e artiche, e ti porterai in tutte le isole dei mari e degli oceani, chiedendo al Signore pensieri di pace e di bontà per tutti.

 

L'ottavo giorno pregherai per la Chiesa e per il Papa, perché questo Natale sia portatore di grazia, di fede e di amore per tutti.

 

Il nono giorno, unita più intimamente a Me, chie-derai di rinnovarti nella tua vita interiore, perché av-venga in te una vera rinascita.

Procura in tutti questi giorni di adornare il tuo cuore di numerosi petali di rose, fatti di opere buone e di atti di amore di Dio e del prossimo.

Non temere di esagerare prodigandoti per gli altri, perché chi lavora per gli altri con retta intenzione, accumula meriti per sé ».