NOVENA DELLE PARTORIENTI

   La Santa Vergine Maria, ebbe a dire a Santa Brigida: "Se le partorienti celebreranno la vigilia della ricorrenza della mia nascita (7 settembre) con digiuni e con la devozione delle nove Ave Maria, onoreranno la mia permanenza nel grembo materno, e se questa commemorazione fosse rinnovata più spesso dalle partorienti anche durante il corso della loro gravidanza, innanzi tutto alla vigilia del loro parto con l'accoglienza dei Santi Sacramenti, allora io porterò le mie preghiere davanti a Dio per loro. In particolare per quelle partorienti che si trovano in circostanze difficili, esorterò Dio a soccorrerle affinché abbiano un parto fortunato".

   In un'apparizione ad Anna Caterina Emmerick, la Santa Vergine Maria le ha detto: "Chi, oggi a mezzogiorno, per onorare la mia nascita (8 settembre) e per dimostrare il sua amore per me nel tempo della mia permanenza nel grembo materno potrà recitare le Nove Ave Maria e proseguire così per nove giorni, l'Angelo allora riceverà allora da queste preghiere quotidianamente nove fiori. Egli me li porterà ed io ne farò subito dono alla Santissima trinità esortandoLa ad esaudire la preghiera dell'orante".