LA SANTA MESSA ALLA MADONNA DEL CARMINE

In piedi

Canto d'ingresso

Celebrante: Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Assemblea: Amen.

 

Il celebrante saluta i fedeli.

 

C. Il Signore sia con tutti voi.

A. E con il tuo spirito.

 

Atto penitenziale

1. C. Fratelli, per celebrare i santi mi-steri, riconosciamo i nostri peccati.

(Pausa di silenzio: esame di coscienza).

Tutti: Confesso a Dio onnipotente e a voi, fratelli, che ho molto peccato in pen-sieri, parole, opere e omissioni, per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa. E supplico la beata sempre vergine Ma-ria, gli angeli, i santi e voi, fratelli, di pre-gare per me il Signore Dio nostro.

C. Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci con-duca alla vita eterna.

A. Amen.

C. Signore, pietà  

A. Signore, pietà.

C. Cristo, pietà    

A. Cristo, pietà.

C. Signore, pietà  

A. Signore, pietà.

oppure:

S. Pietà di noi, Signore.

A. Contro di te abbiamo peccato.

S. Mostraci, Signore, la tua miseri-cordia.

A. E donaci la tua salvezza. oppure:

S. Signore, mandato dal Padre a salvare i contriti di cuore, abbi pietà di noi.

A. Signore, pietà.

S. Cristo, che sei venuto a chiamare i peccatori, abbi pietà di noi.

A. Cristo pietà.

S. Signore, che intercedi per noi pres-so il Padre, abbi pietà di noi.

A. Signore, pietà.

 

Segue l'assoluzione del sacerdote:

S. Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci con-duca alla vita eterna.

A. Amen.

 

Gloria a Dio nell'alto dei cieli,

e pace in terra agli uo-mini di buona volontà - Noi ti lodiamo, - ti be-nediciamo, - ti adoria-mo, - ti glorifichiamo, . ti rendiamo grazie per la tua gloria im-mensa, - Signore Dio, Re del cielo, Dio Padre onnipotente. - Signore, Figlio unigenito, Gesù Cristo. - Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre: - tu che to-gli i peccati del mondo, abbi pietà di noi; - tu che togli i peccati del mondo accogli la no-stra supplica; - tu che siedi alla destra del Pa-dre, abbi pietà di noi. - Perché tu solo il San-to, - tu solo il Signore, - tu solo l'Altissimo: - Gesù Cristo con lo spi-rito Santo - nella gloria di Dio Padre. -

Amen.

C. Preghiamo...

A. Amen.

 

LITURGIA DELLA PAROLA

Seduti

La fine della lettura è indicata dall'espressione: Lettore: Parola di Dio.

Assemblea: Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE

CANTO DELL'ALLELUJA!

In piedi

In Quaresima: Lode a Te, o Cristo, Re di eterna gloria.

Vangelo

C. IL Signore sia con voi.

A. E con il tuo spirito.

C. Dal Vangelo secondo...

A. Gloria a te, o Signore.

C. Parola del Signore.

A. Lode a te, o Cristo.

 

Omelia del Sacerdote.

Dopo l'Omelia: Preghiera dei fedeli.

SUPPLICA per tutti i fedeli, che atten-dono grazie particolari.

RINGRAZIAMENTO per quanti sono stati favoriti dal Signore per l'intercessio-ne della Madonna.

 

LITURGIA EUCARISTICA

PRESENTAZIONE DEI DONI    

Seduti

C. Benedetto sei tu, Signore, Dio del-l'universo; dalla tua bontà abbiamo ri-cevuto questo pane, frutto della terra e del lavoro dell'uomo; lo presentiamo a te, perché diventi per noi cibo di vita eterna.

A. Benedetto nei secoli il Signore.

C. Benedetto se tu, Signore, Dio del-l'universo; dalla tua bontà abbiamo ri-cevuto questo vino, frutto della vite e del lavoro dell'uomo; lo presentiamo a te, perché diventi per noi bevanda di salvezza.

A. Benedetto nei secoli il Signore.

C, Pregate, fratelli, perché il mio e vo-stro sacrificio sia gradito a Dio, Padre onnipotente.

A. Il Signore riceva dalle tue mani que-sto sacrificio a lode e gloria del suo nome, per il bene nostro e di tutta la sua santa Chiesa.

 

ORAZIONE SOPRA LE OFFERTE     

In piedi

Amen.

Prefazio

In piedi

C. Il Signore sia con voi

A. E con il tuo spirito.

C. Innalziamo i nostri cuori.

A. Sono rivolti al Signore.

C. Rendiamo grazie al Signore, nostro Dio.

A. è cosa buona e giusta.

C. è veramente cosa buona e giusta... Tutti: Santo, santo, santo il Signore, Dio dell'universo. I cieli e la terra sono pieni della tua gloria. Osanna nell'alto dei cieli. Benedetto colui che viene nel nome del Signore. Osanna nell'alto dei cieli.

Preghiera Eucaristica

 

RITI DI COMUNIONE

Obbedienti alla parola del Salvatore e formati al suo divino insegnamento osia-mo dire:

Oppure:

Il Signore ci ha donato il suo Spirito. Con la fiducia e la libertà dei figli dicia-mo insieme:

Oppure

Prima di partecipare al banchetto del-l'Eucarestia, segno di riconciliazione

e vincolo di unione fraterna, preghiamo insieme come il Signore ci ha insegnato:

Oppure:

Guidati dallo Spirito di Gesù e illuminati dalla sapienza del Vangelo, osiamo dire:

Padre nostro, che sei nei cieli sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male.

Liberaci, o Signore, da tutti i mali, concedi la pace ai nostri giorni,

e con l'aiuto della tua misericordia vivremo sempre liberi dal peccato e sicuri da ogni turbamento, nell'attesa che si compia la beata speranza

e venga il nostro salvatore Gesù Cristo.

A. Tuo il regno - Tua la potenza e la gloria nei secoli.

 

Rito della pace

C. Signore Gesù Cristo, che hai detto ai tuoi apostoli: «Vi lascio la pace, vi do la mia pace », non guardare ai nostri pec-cati, ma alla fede della tua Chiesa, e do-nale unità e pace secondo la tua volontà. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

A. Amen.

C. La pace del Signore sia sempre con voi.

A. E con il tuo spirito.

Se si ritiene opportuno il sacerdote dice:

C. Scambiatevi un segno di pace. Tutti, secondo gli usi locali, si scambino vi-cendevolmente un segno di amore e di pace. Mentre il sacerdote spezza il pane, si canta o di dice:

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, dona a noi la pace.

 

Comunione dell'assemblea   

In piedi

C. Beati gli invitati alla mensa del Signore. Ecco l'Agnello di Dio, che toglie i peccati del mondo.

Tutti: O Signore, non sono degno di par-tecipare alla tua mensa: ma dì soltanto una parola e io sarà salvato.

C. Il Corpo di Cristo.

A. Amen.

 

Orazione dopo la Comunione

C. Preghiamo... Per Cristo Nostro Signore.

A. Amen.

Incensazione dell'Immagine della Madonna.

 

PREGHIERA A MARIA SS.ma DEL CARMINE

1 - O Vergine del Carmelo, madre no-stra amabilissima, poiché ci hai onorato col dono del Santo Abitino come pegno della tua materna protezione, ti preghiamo di aiutarci a portarlo degnamente co-me segno della nostra filiale consacrazio-ne al tuo servizio. Ave Maria.

2 - Tu ci hai donato, o Maria, il S. Abi-tino, perché fosse il nostro distintivo di figli tuoi devoti, ottienici la grazia di vi-vere sempre in santità e purezza di vita per rendere onore al tuo nome e dare glo-ria a Dio. Ave Maria.

3 - Donandoci il S. Abitino, o Maria, hai voluto dimostrarci la tua predilezio-ne di madre, ti preghiamo di suscitare nei nostri cuori la riconoscenza per tanto do-no e il desiderio di imitare le tue singola-ri virtù. Ave Maria.

4 - Col S. Abitino, o Maria, ci hai assi-curato la tua assistenza nei momenti di pericolo per le anime nostre: difendici contro le insidie del demonio e ottienici la forza di vincere le nostre inclinazioni al male e rimanere fermi nei propositi di una vita sempre più conforme alla nostra vocazione alla santità. Ave Maria.

5 - O Maria, Mediatrice di tutte le gra-zie presso Dio, tu che col S. Abitino ci vuoi rivestiti delle tue vesti di salvezza, facci partecipi delle tue virtù per raggiun-gere la santità ed essere degni della be-nevolenza di Dio. Ave Maria.

6 - O Madre del Carmelo, che per la tua sublime dignità di Madre di Dio sei la nostra potente avvocata in Cielo, inter-cedi per noi e ottienici la grazia di vivere in conformità piena alla santa volontà di Dio nello spirito di mortificazione e di preghiera. Ave Maria.

7 - O Maria, Madre della misericordia, tu ci fai infine sperare che morendo do-po una vita cristiana modellata sulle tue virtù e andati al Purgatorio ci avresti sol-levati e al più presto liberati da quelle pe-ne: fa che perseveriamo fino alla morte nella devozione al tuo S. Scapolare, viven-do con più impegno la nostra vita cristia-na nell'amore a Dio e ai fratelli. Ave Maria.

 

RITO DI CONGEDO

C. Il Signore sia con voi.

A. E con il tuo spirito.

 

Benedizione Solenne.

Ad ogni invocazione l'assemblea ri-sponde: AMEN.

La Messa è finita: andate in pace.

Oppure:

La gioia del Signore sia la nostra forza. Andate in pace.

Oppure:

Glorificate il Signore con la vostra vita. Andate in pace.

Oppure:

Nel nome del Signore, andate in pace. Oppure, specialmente nelle domeniche di Pasqua:

Andate e portate a tutti la gioia del Signo-re risorto.

Il popolo risponde: Rendiamo grazie a Dio.

 

CANTICO DELLA BEATA VERGINE

L'anima mia magnifica il Signore

e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l'umiltà della sua. serva.

D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.

Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente e Santo è il suo nome:

di generazione in generazione

la sua misericordia si stende su quelli

che lo temono.

Ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi

nei pensieri del loro cuore; ha rovesciato i potenti dai troni,

ha rimandato i ricchi a mani vuote. Ha soccorso Israele, suo servo, ricordandosi della sua misericordia,

i come aveva promesso ai nostri padri, ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.