LO SCAPOLARE DEL CUORE AGONIZZANTE DI GESU' E DEL CUORE COMPASSIONEVOLE DI MARIA

Le origini dello Scapolare del Cuore ago-nizzante di Gesù e del Cuore compassio-nevole di Maria sono segnate da circostan-ze che lasciano intravedere l'azione della Divina Provvidenza.

Nel 1848 una santa persona, figlia spiritua-le del R. Padre Calage S. J. e più tardi del R. Padre Roothan, Generale della Compa-gnia di Gesù, aveva ricevuto dal Signore particolari lumi sullo Scapolare. II Divino Maestro le aveva rivelato che « lo avrebbe impreziosito dei meriti delle sofferenze in-teriori dei Cuori di Gesù e di Maria e del suo Sangue Prezioso. Che diverrebbe un preservativo contro lo scisma e le eresie che colpiranno la Chiesa degli ultimi tempi; sarebbe difesa contro l'inferno; attire-rebbe grandi grazie su coloro che lo porte-ranno con fede e pietà ».

Mons. Robert, Vescovo di Marsiglia e la Su-periora delle Figlie del Cuore di Gesù lo fecero pervenire al Cardinale Mazella S.J., Protettore della Società, il quale ne otten-ne l'approvazione col Decreto del 4 -apri-le 1900.

Quest'approvazione, chiesta unicamente per la Società delle Figlie dei Cuore di Gesù e per le persone aggregate al loro Istituto, fu estesa a tutti i fedeli dalla Sacra Con-gregazione dei Riti.

Estratto del Decreto di approvazione:

«... Lo Scapolare è formato, come d'uso, di due parti di lana bianca, tenute insieme da una fettuccia o cordoncino. Una di que-ste parti rappresenta due Cuori, quello di Gesù, con le insegne proprie e quello di Maria immacolata, trafitto da una spada. Sotto i due Cuori ci sono gli strumenti del-la Passione.

L'altra parte dello Scapolare porta l'imma-gine della Santa Croce in stoffa rossa».

« II Santo Padre dopo aver chiesto il parere della Sacra Congregazione dei Riti, ha ap-provato lo scapolare e il rito proprio della formula di benedizione da usarsi per l'im-posizione dello scapolare».

4 aprile 1900.

 

Indulgenze concesse allo Scapolare

(Prot. N. 102/74 della Sacra 'Penitenzerla del '12 ottobre 1974).

Indulgenza plenaria alle solite condizioni (Confessione, Comunione, preghiehe se-condo le intenzioni del Sommo Pontefice)

- il giorno dell'imposizione dello Scapo-lare;

- nella festa dei Sacro Cuore;

- Natale, Pasqua, Ascensione, festa del-l'Immacolata Concezione e del Cuore Immacolato di Maria.

(Anche se il Documento non fa menzione delle indulgenze parziali, la Sacra Peniten-zeria ricorda che esse sono concesse lar-gamente alla pietà dei fedeli, secondo l'in-segnamento del Concilio Vaticano II).

 

Si può ricevere lo Scapolare presso i Mo-nasteri delle Figlie del Cuore di Gesù. 00161 Roma - Via dei Villini, 34

30126 Venezia Lido - Via Navarrino,

Avec approbation ecclésiastique. Tous droits réservés.

 

Rito e formula della benedizione e imposizione dello scapolare dei SS. Cuori di Gesù e di Maria.

Il fedele s'inginocchia per l'imposizione: il Sacerdo-te che impone lo scapolare indossi la stola bianca.  

S. Il nostro aiuto è nel nome dei Signore

R. Egli ha fatto il cielo e la terra

S. Mostraci, Signore, la tua misericordia

R. E donaci la tua salvezza

S. Signore ascolta la mia preghiera

R. E il mio grido giunga a Te

S. Il Signore sia con voi

R. E con il tuo spirito  

Preghiamo:

O Padre clementissimo, che per la salvezza dei peccatori e a rifugio dei deboli, ci hai donato il Cuore pieno di bontà e misericordia del tuo Figlio Gesù Cristo, e il Cuore a Lui simile della Beata Vergine Maria, degnati di benedire questo scapo-lare da portare in onore e ricordo di questi Sacri Cuori, perchè questo tuo servo (questa tua serva), indossandolo, per i meriti e l'intercessione della Vergine Madre di Dio, meriti di essere trovato (a) secondo il Cuore di Gesù. Per lo stesso Cristo no-stro Signore.

R. Amen. 

Quindi il Sacerdote asperge di acqua benedetta lo Scapolare e lo impone dicendo: 

Ricevi, fratello (sorella), lo Scapolare dei Sacri Cuori di Gesù e Maria, perchè sotto la loro pro-tezione e custodia, venerando e imitando le virtù di questi Sacratissimi Cuori, ti renda degno (a) della gloria della Risurrezione. Per lo stesso Cristo Nostro Signore.

R. Amen. 

Si ripetano poi queste giaculatorie: 

Cuore Sacratissimo di Gesù, abbi pietà di noi.

Cuore Immacolato di Maria, prega per noi.

 

Imprimatur

Ad S. Gallum, die 9. Aug. 1916

Ex mandato Rev.mi ac Ill.mi D. Episcopi: A. Mùller, Off. ep.