UFFICIO DELL'ASSUNZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA 

C. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

C. Il Signore sia con voi.

A. E con il tuo spirito.

C. O Dio, vieni a salvarmi.

A. Signore, vieni presto in mio aiuto.

C. Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

A. Com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Alleluja.

Antifona:

Maria Assunta in cielo; godono gli angeli: lodano e be-nedicono il Signore.

 

SALMO 94

Venite, applaudiamo al Signore, acclamiamo alla roccia della nostra salvezza: accostiamoci a lui per rendergli grazie, a lui acclamiamo con canti di gioia.

 

Maria Assunta in cielo; godono gli angeli: lodano e benedi-cono il Signore.

 

Poiché grande Dio è il Signore, grande re sopra tutti gli dei: nella sua mano sono gli abissi della terra: sono sue le vette dei monti. Suo è il mare, egli l'ha fatto, le sue mani  hanno plasmato la terra.

Lodano e benedicono il Signore.

Venite, prostrati adoriamo, in ginocchio davanti al Signore: che ci ha creati. Egli è il nostro Dio, e noi il popolo del suo pascolo. Il gregge che egli conduce.

 

Maria Assunta in cielo; godono gli angeli: lodano e benedi-cono il Signore.

 

Ascoltate oggi la sua voce, non indurite il cuore, come a Me-riba, come nel giorno di Massa nel deserto, dove mi ten-tarono i vostri padri: mi misero alla prova pur avendo visto le mie opere.

Lodano e benidicono il Signore.

Per quarant'anni mi disgustai di quella generazione e dissi: sono un popolo dal cuore traviato, non conoscono le mie vie; perciò ho giurato nel mio sdegno: non entreranno nel luogo del mio riposo.

 

Maria Assunta in cielo; godono gli angeli: lodano e bene-dicono il Signore.

 

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

 

INNO

Colui che terra, mare e cielo amano, onorano e cantano che regge il triplice regno nacque nel sen di Maria. Colui che la luna e il sole e sempre serve il creato portò il ventre di Maria colmo di grazia divina. Per grazia madre beata nell'arca del cui seno s'incarnò il Creatore nelle cui mani sta il mondo. Beata colei dal cui ventre feconda per Spirito Santo venne per nuncio del cielo l'atteso da tutte le genti. Gloria a te Gesù Cristo nato da Maria Vergine a te sia lode col padre lo Spirito Santo in eterno. Amen.

Antifona:

Maria entra nella dimora del cielo, dove il re siede su un trono di stelle.

 

SALMO 8

O Signore, nostro Dio, quanto è grande il tuo nome su tutta la terra. Sopra i cieli s'innalza, la tua magnificenza. Con la bocca dei bimbi e dei lattanti affermi la tua potenza con i tuoi avversari: per ridurre al silenzio nemici e ribelli. Se guardo il cielo opera delle tue dita, la luna e le stelle che tu hai fissate. Che cosa è l'uomo perché te ne ricordi? Che cosa è l'uomo perché tu te ne curi? Eppure l'hai fatto poco meno degli angeli, di gloria e di onore lo hai coronato: gli hai dato potere sulle opere delle tue mani. Tutto hai posto sotto i suoi piedi, tutte le greggi e gli armenti, tutte le bestie della campagna. Gli uccelli del cielo e i pesci del mare, che percorrono le vie del mare. O Signore, nostro Dio, quanto è grande il tuo nome su tutta la terra.

 

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

Antifona:

Maria entra nella dimora del cielo, dove il re siede su un trono di stelle.

 

Ia LEZIONE

V. Fa, Signore, che sia benedetto.

R. Ci benedica assieme ai nostri figli, la Vergine Maria.

A. Amen.

Oggi l'arca sacra del Dio vivente, la quale concepì nel ventre il suo creatore, abita nel tempio del Signore, non co-struito da mano di uomo. Davide, suo antenato, gioisce e con lui gli Angeli diriggono i cori: gli Arcangeli rendono omaggio, le Virtù rendono gioia. I Principati esultano, le Potestà si rallegrano, le Dominazioni gioiscono, i Troni fanno festa, in-neggiano i Cherubini e i Serafini annunziano la sua gloria. Oggi l'Eden genera un paradiso vivente nel nuovo Adamo; in esso è pagata la condanna perché in esso è stato piantato l'albero della vita ed in esso la nostra nudità è stata coperta. E tu, Signore, abbi pietà di noi.

Tutti: Rendiamo grazie a Dio.

 

IIa LEZIONE

V. Fa, Signore, che sia benedetto.

R. La stessa Vergine delle Vergini interceda per noi presso  il Signore.

A. Amen.

Oggi la Vergine Immacolata, non contaminata da alcun legame terreno, ma dedita alla meditazione di Dio, non è ri-tornata alla terra: ma essendo riaperto il cielo, è assunta nei tabernacoli celesti. Da lei, infatti, venne la vera vita per tutti, come poteva allora sfiorarla la morte? Ma colui che fu generato da lui, cedette ampiamente alla legge; e come la figlia del vecchio Adamo subì l'antica condanna (infatti anche suo figlio, che è la stessa vita, non la ricusò); così anche la ma-dre di Dio vivente giustamente la assunse con sé in cielo.

E tu, Signore, abbi pietà di noi.

Tutti: Rendiamo grazie a Dio.

 

IIIa LEZIONE

V. Fa, Signore, che sia benedetto.

R. Per intercessione della Vergine Madre, il Signore ci co ceda salute e pace.

A. Amen.

Eva, che diede retta alla suggestione del serpente, è con-dannata a partorire tra i dolori e alla pena di morte, ed è posta ad abitare nelle dimore degli inferi, così questa, vera-mente beata, per aver dato ascolto alla parola di Dio, ed è stata piena di grazia per opera dello Spirito Santo al saluto dell'angelo, concepì il figlio di Dio senza volere o concorso umano e lo partorì senza alcun dolore, consacrandosi tutta a Dio, perché doveva subire la morte? Perché doveva conoscere il disfacimento del sepolcro il suo corpo? Nel quale ebbe ori-gine la vita? A lei è stata aperta nel cielo una via diretta, piana e facile. Se infatti Cristo, verità e vita, ha detto: «Dove sono io, là sarà anche il mio servo, perché sua madre non poteva essere con lui?».

E tu, Signore, abbi pietà di noi.

Tutti: Rendiamo grazie a Dio.

 

Canto d'ingresso: Noi ti lodiamo, o Dio: - Ti proclamiamo, Signore. O eterno Padre: - tutta la terra ti adora. A te cantano gli Angeli: - e tutte le potenze dei cieli. A te i Cherubini e i Serafini: - acclamano con voci infinite. Santo, Santo, Santo il Signore: - Dio dell'universo. I cieli e la terra: - sono pieni della tua gloria. Ti acclama il coro degli Apostoli: - e la candida schiera dei martiri. Le voci dei profeti si uniscono nella tua lode: - la santa Chiesa proclama la tua glona. Padre - di immensa maiestà. Adora il tuo unico Figlio: - e lo Spirito Santo Paraclito. O Cristo, re della gloria: - eterno Figlio del Padre. Tu nascesti dalla Vergine Madre: - per la salvezza del mondo. Vincitore della morte: - hai aperto ai credenti il regno dei cieli. Tu siedi alla destra di Dio: - nella gloria del Padre. Verrai a giudicare il mondo: - alla fine dei tempi. Soccorri i tuoi figli, Signore,: - che hai redento col tuo san-gue prezioso. Accoglici nella tua gloria: - nell'assemblea dei santi. Salva il tuo popolo, Signore: - guida e proteggi i tuoi figli. Ogni giorno ti benediciamo, - lodiamo il tuo nome per sem-pre. Degnati, oggi Signore: - di custodirci senza peccato. Sia sempre con noi la tua misericordia: - in te abbiamo sperato. Pietà di noi, Signore: - pietà di noi. Tu sei la nostra speranza, - non saremo confusi in eterno.

 

Canto all'Offertorio

 

INNO

O gloriosa delle vergini, alta sopra le stelle, tu nutri sul tuo seno il figlio che ti ha creato. La gioia che Eva ci tolse ci rendi nel tuo figlio e dischiudi il cammino verso il regno dei cieli. Sei la via della pace, sei la porta regale: ti acclamino le genti redente dal tuo figlio. Gesù dalla Vergine nato a te si canti la lode al Padre e allo Spirito per i secoli eterni. Amen.

Comunione: BENEDETTO Benedetto il Signore, Dio d'Israele: - perché ha visitato e redento il suo popolo. E ha suscitato per noi una salvezza potente, - nella casa di Davide suo servo. Come aveva promesso, - per bocca dei suoi santi profeti di un tempo. Salvezza dai nostri nemici, - e dalle mani di quanti ci odiano. Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri: - e si è ricordato della sua santa alleanza. Del giuramento fatto ad Abramo, nostro Padre, - di concederci, liberati dalle mani dei nemici, Di servirlo senza timore; in santità e giustizia: - al suo cospetto, per tutti i nostri giorni. E tu, bambino, sarai chiamato: - profeta dell'Altissimo. Perché andrai innanzi al Signore, - a preparargli le sue strade. Per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza, - nella remissione dei suoi peccati. Grazie alla bontà misericordiosa del nostro Dio, - per cui verrà a visitarci dall'alto un sole che sorge. Per rischiarare quelli che stanno nelle tenebre - e nell'ombra della morte. E dirigere i nostri passi - sulla via della pace. Gloria al Padre e al Figlio - e allo Spirito Santo, Com'era nel principio ora e sempre, - nei secoli dei secoli. Amen.

MAGNIFlCAT

L'anima mia magnifica il Signore - e il mio spirito esulta in Dio mio Salvatore. Perché ha guardato l'umiltà della sua serva: - d'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente - e Santo è il suo nome. Di generazione in generazione la sua misericordia - si stende su quelli che lo temono. Ha spiegato la potenza del suo braccio, - ha disperso i superbi nel pensiero del loro cuore. Ha rovesciato i potenti dai troni. - ha innalzato gli umili. Ha ricolmato di beni gli affamati, - ha rimandato i ricchi a mani vuote. Ha soccorso Israele suo servo, - ricordandosi della sua misericordia. Come aveva promesso ai nostri Padri, - ad Abramo e alla sua discendenza per sempre. Gloria al Padre e al Figlio - e allo Spirito Santo; Com'era nel principio ora e sempre - nei secoli dei secoli. Amen.