INDULGENZE ANNESSE ALLA VIA CRUCIS

dal Manuale delle indulgenze, libreria Editrice Vaticana, 1999 

Si concede l'indulgenza plenaria al fedele che:  

1       nella solenne azione liturgica del Venerdì Santo partecipa devotamente all'adorazione della Croce,  compie il pio esercizio della Via Crucis o vi si unisce devota-mente mentre esso è compiuto dal Sommo Pontefice e viene trasmesso per mezzo della televisione o della radio. Il pio esercizio della Via Crucis rinnova il ricordo dei dolori che il divino Redentore patì nel tragitto dal pre-torio di Pilato, dove fu condannato a morte, fino al monte Calvario, dove per la nostra salvezza morì in croce.     

Per l'acquisto dell'indulgenza plenaria valgono queste norme: I. Il pio esercizio deve essere compiuto dinanzi alle stazioni della Via Crucis legittimamente erette. 2. Per l'erezione della Via Crucis occorrono quattordi-ci croci, alle quali si sogliono utilmente aggiungere altrettanti quadri o immagini che rappresentano le sta-zioni di Gerusalemme. 3. Secondo la più comune consuetudine il pio eserci-zio consta di quattordici pie letture, alle quali si aggiungono alcune preghiere vocali. Tuttavia per il compimento del pio esercizio è sufficiente la pia meditazione della Passione e Morte del Signore, e perciò non è necessaria una particolare considerazione sui singoli misteri delle stazioni. 4. Occorre spostarsi da una stazione all'altra. Se il pio esercizio si compie pubblicamente e il movi-mento di tutti i presenti non può farsi con ordine, basta che si rechi alle singole stazioni almeno chi dirige, mentre gli altri rimangono al loro posto. 5. I fedeli che sono legittimamente impediti potranno acquistare la medesima indulgenza dedicando alla pia lettura e meditazione della Passione e Morte di nostro Signore Gesù Cristo un certo spazio di tempo, ad esempio, un quarto d'ora. 6. Al pio esercizio della Via Crucis sono equiparati, anche per quanto riguarda l'indulgenza, gli altri pii esercizi, approvati dall'Autorità competente, nei quali si commemora la Passione e la Morte del Signore, sempre mantenendo la divisione in quattordici stazioni. 7. Presso gli Orientali, dove non esista l'uso di questo pio esercizio, per l'acquisto di questa indulgenza è valido un altro pio esercizio in memoria della Passione e Morte di nostro Signore Gesù Cristo stabilito da Patriarchi ognuno per i propri fedeli.