VIA CRUCIS di p. Francesco M. Avidano

Preghiera preparatoria. - O amorosissimo mio Gesù, che per primo avete percorso la dolorosa via del Calvario, bagnando di sangue il vostro cammino, per scancellare le mie colpe e per dimostrarmi il vo-stro amore, concedete anche a me di percorrere con Voi questa Via Crucis, versando almeno sincere lacri-me di pentimento e di riconoscenza.

E Voi, o Vergine Addolorata, che accompagnaste Gesù in quel doloroso viaggio, riempite il mio cuore di quei sentimenti di cui era pieno il vostro, e offri-teli con essi al vostro divin Figlio, onde ottenere l'ac-quisto delle Sante Indulgenze, il perdono dei miei peccoti, la conversione dei peccatori ed il sollievo delle anime sante del Purgatorio. Così sia.

I STAZIONE - Gesù condannato a morte

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.

Questa Prima Stazione ci rappresenta il Pretorio di Pilato, dove il nostro Divin Redentore ricevette la sen-tenza di morte.

Considera, anima mia, come Pilato condannò a morte di Croce il tuo innocentissimo Gesù e come ricevette Egli volentieri quella condanna, acciò tu fossi liberata dall'eterna dannazione. - Gesù mio ! Vi rin-grazio di tanta carità, e vi supplico di cancellare la sentenza di eterna morte meritata dalle mie colpe, on-de sia fatto degno di godere l'eterna vita. Pater, Ave, Gloria.

Santa Madre, deh ! voi fate, - Che le piaghe del Si-gnore, - Siano impresse nel mio cuore.

 

II STAZIONE - Gesù caricato della croce

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.

Questa Seconda Stazione ci rappresenta, come Gesù fu caricato del pesante legno della croce.

Considera, anima mia, come Gesù sottopose le sue spalle alla Croce, sopra la quale vi erano tutti i tuoi gravissimi peccati.

Gesù mio, perdonatemi, e datemi grazia di non mai più aggravarmi di nuove colpe, ma bensì ch'io porti sempre la croce d'una vera penitenza. Pater, Ave, Gloria.

Santa Madre, deh ! voi fate, - Che le piaghe del Si-gnore, - Siano impresse nel mio cuore.

 

III STAZIONE - Gesù cade la prima volta

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.

Questa Terza Stazione ci rappresenta come Gesù cadde la prima volta sotto la Croce.

Considera anima mia, come Gesù non reggendo al grave peso, cadde sotto la Croce con grande suo dolore.

Gesù mio, le mie cadute nel peccato ne sono la cagio-ne. Vi supplico a darmi grazia di non più rinnovarvi questo dolore con nuove cadute. Pater, Ave, Gloria.

Santa Madre, deh ! voi fate, - Che le piaghe del Si-gnore, - Siano impresse nel mio cuore.

 

IV STAZIONE - Gesù incontra la sua SS. Madre

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.

Questa Quarta Stazione ci rappresenta l'incontro dolorosissimo di Maria Vergine col suo divin Figlio. Considera, anima mia, quanto restò ferito il cuore della Vergine alla vista di Gesù, ed il cuore di Gesù alla vista della sua afflittissima Madre. Tu fosti la causa di questo dolore di Gesù e di Maria con le tue colpe.

Ah, Gesù! ah, Maria! fatemi sentire un vero dolore dei miei peccati, onde li pianga, sinchè viva, e meriti d'incontrarvi misericordiosi alla mia morte. Pater, Ave, Gloria.

Santa Madre, deh ! voi fate, - Che le piaghe del Si-gnore, - Siano impresse nel mio cuore.

 

V STAZIONE - Gesù aiutato dal Cireneo

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.

Questa Quinta Stazione ci rappresenta, come fu co-stretto Simon Cireneo a portar la Croce.

Considera, anima mia, come Gesù non aveva più forze a reggere la Croce, onde gli Ebrei con finta com-passione lo sgravarono di essa.

Gesù mio, a me è dovuta la Croce, poichè ho peccato. Fate che io vi sia almen compagno nel portar la croce di ogni av-versità per vostro amore. Pater, Ave, Gloria.

Santa Madre, deh ! voi fate, - Che le piaghe del Si-gnore, - Siano impresse nel mio cuore.

 

VI STAZIONE - La Veronica asciuga il volto a Gesù

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.

Questa Sesta Stazione ci rappresenta la Veronica, che asciugò il volto a Gesù.

Considera, anima mia, l'ossequio fatto a Gesù da questa donna, e come Egli la premiò subito, dandole il suo volto affigiato in quel lino.

Gesù mio, datemi grazia di mondare l'anima mia da ogni macchia, ed imprimete nella mia mente e nel mio cuore la vostra santissima Passione. Pater, Ave, Gloria.

Santa Madre, deh ! voi fate, - Che le piaghe del Si-gnore, - Siano impresse nel mio cuore.

 

VII STAZIONE - Gesù cade la seconda volta

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.

Questa Settima Stazione ci rappresenta la seconda caduta di Gesù con grande suo strapazzo e tormento. Considera, anima mia, i patimenti di Gesù in que-sta nuova caduta, effetti delle tue ricadute nel peccato.

Gesù mio, mi confondo davanti a Voi e vi prego di farmi la grazia, che mi alzi dalle mie colpe in ma-niera che mai più vi ricada. Pater, Ave, Gloria.

Santa Madre, deh ! voi fate, - Che le piaghe del Si-gnore, - Siano impresse nel mio cuore.

 

VIII STAZIONE - Gesù consola le pie donne

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.

Quest'Ottava Stazione ci rappresenta Gesù quando incontrò le pie donne, che piangevano sopra di Lui. Considera, anima naia, coree Gesù disse a quelle donne che non piangessero sopra di Lui, ma sopra di loro stesse, perchè tu impari che devi prima piangere i tuoi peccati, e poi i suoi patimenti.

Gesù mio, da-temi lacrime di vera contrizione, perchè sia meritoria la mia compassione ai vostri dolori. Pater, Ave, Gloria.

Santa Madre, deh ! voi fate, - Che le piaghe del Si-gnore, - Siano impresse nel mio cuore.

 

IX STAZIONE - Gesù cade la terza volta

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.

Questa Nona Stazione ci rappresenta la terza caduta di Gesù con nuove ferite e tormenti.

Considera, anima mia, come Gesù cadde la terza volta, perchè la tua ostinazione nel male ti ha portata a continuare nelle tue colpe.

Gesù mio, voglio dar fine per sempre alle mie colpe; per portare a Voi sollievo. Rendete stabile ed efficace il mio proposito colla vostra grazia. Pater, Ave, Gloria.

Santa Madre, deh ! voi fate, - Che le piaghe del Si-gnore, - Siano impresse nel mio cuore.

 

X STAZIONE - Gesù spogliato delle sue vesti

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.

Questa Decima Stazione ci rappresenta Gesù che, giunto al Calvario, fu spogliato ed amareggiato. Considera, anima mia, la confusione di Gesù nell'es-sere spogliato, e la pena di essere abbeverato di fiele e mirra. Ciò fu in pena delle tue immodestie e golo-sità.

Gesù mio, mi pento delle mie libertà e risolvo di non più rinnovarvi tali pene, ma di vivere con tutta modestia e temperanza. Così spero di fare col vostro dïvino aiuto. Pater, Ave, Gloria.

Santa Madre, deh ! voi fate, - Che le piaghe del Si-gnore, - Siano impresse nel mio cuore.

 

XI STAZIONE - Gesù inchiodato sulla Croce

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.

Questa Undicesima Stazione ci rappresenta Gesù in-chiodato sopra la Croce, presente la sua afflittissima Madre.

Considera, anima mia, gli spasimi di Gesù nell'es-sergli trapassati da chiodi le mani e i piedi. Oh, cru-deltà dei Giudei! Oh, amor di Gesù verso di noi!

Ah! Gesù mio, Voi tanto patiste per me, ed io tanto fuggo ogni patire. Deh! inchiodate sulla vostra croce la mia volontà risoluta di non mai più offendervi, anzi di patir volentieri per vostro amore. Pater, Ave, Gloria.

Santa Madre, deh ! voi fate, - Che le piaghe del Si-gnore, - Siano impresse nel mio cuore.

 

XII STAZIONE - Gesù muore in Croce

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.

Questa Duodecima Stazione ci rappresenta la morte di Gesù in Croce.

Considera, anima mia, che dopo tre ore di penosa agonia, morì il tuo Redentore sulla Croce per la tua salute.

Gesù mio, è ben giusto che io spenda per Voi il resto di mia vita, avendo Voi dato la vostra con tanti spasimi per me. Così risolvo: m'assista la vostra grazia per i meriti della vostra morte. Pater, Ave, Gloria.

Santa Madre, deh ! voi fate, - Che le piaghe del Si-gnore, - Siano impresse nel mio cuore.

 

XIII STAZIONE - Gesù deposto dalla Croce

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.

Questa Decimaterza Stazione ci rappresenta la de-posizione del SS. Corpo di Gesù dalla Croce in seno a Maria Vergine sua Madre.

Considera, anima mia, il dolore della Beatissima Vergine nel vedersi fra le braccia morto il suo divin Figliuolo.

Vergine SS., per i meriti di Gesù ottene-temi che io non rinnovi mai più la causa della sua morte, ma che Egli viva sempre in me colla sua santa Grazia. Pater, Ave, Gloria.

Santa Madre, deh ! voi fate, - Che le piaghe del Si-gnore, - Siano impresse nel mio cuore.

 

XIV STAZIONE - Gesù deposto nel sepolcro

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.

Quest'ultima Stazione ci rappresenta, la sepoltura del nostro divin Redentore.

Considera, anima mia, come il corpo santissimo di Gesù Cristo venne seppellito, con gran devozione, in un sepolcro nuovo.

Gesù mio, vi ringrazio di quanto avete patito per me, e vi supplico a darmi grazia di preparare il mio cuore a ricevervi degnamente nella S. Comunione e di fare del mio cuore la vostra abi-tazione per sempre. Pater, Ave, Gloria.

Santa Madre, deh ! voi fate, - Che le piaghe del Si-gnore, - Siano impresse nel mio cuore.

Tratta da: "Un segreto di felicità" Filotea Mariana anno 1962. di p. Francesco M. Avidano