VIA CRUCIS LA  PREGHIERA DI CRISTO SULLA CROCE

 

La via crucis è un cammino di salvezza: attraverso la meditazione del dolore di Cristo noi andiamo a Dio e scopriamo che Dio ci ha amato fino a sacrificare il suo Figlio per noi. Non serve a niente illudersi di essere già buoni, perché ci viene di commuoverci, magari fino alle lacrime. Superiamo ogni alibi, quando decidiamo di convertirci sul serio e ci impegnamo a viver meglio, da figli di Dio e da fratelli tra noi.

 

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Riviviamo con Gesù  le ultime ore della sua vita, ripercorrendo spiritualmente la strada del Calvario, per editare quanto è grave il nostro peccato, e quanto è grande l'amore di Gesù per noi. Ci sia vicino la Vergine addolorata e preghi con noi e per noi. Iniziamo questa meditazione con un sincero atto di pentimento.

(pausa di meditazione)

Preghiera di introduzione

Signore Gesù donaci la grazia di accompagnarti sulla via del Calvario con la pietà del cuore, perché viviamo sempre nella carità e nella santità delle opere. Amen!

 

I Stazione: Gesù condannato a morte.

 

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

 

"crocifiggilo" aveva gridato la folla. Un grido cattivo, inumano, ingiusto. Quel grido giunge fino a noi, entra nelle società, nelle case, negli stabilimenti, nelle scuole, nei luoghi di divertimento e corre nelle strade del mondo. Non fu solo Ponzio Pilato, non fu solo il popolo ebraico a condannare Gesù; tutti abbiamo condannato Gesù;, pure noi con i nostri peccati.

Santa Madre deh voi fate Che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore

 

II Stazione: Gesù è caricato sulla Croce.

 

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

 

Nella Croce di Gesù è riposta la nostra salvezza. Senza la croce, non si può seguire il Signore. Senza la croce non c'è vita cristiana. Senza la croce non si può essere discepoli del Maestro. Solo con la croce si cammina sulla via del Vangelo. Solo con la croce si è nella sequela del Crocefisso-Risorto.

Santa Madre deh voi fate Che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore.

 

III  Stazione: Gesù cade la prima volta

 

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

 

La storia dell'umanità ha inizio con una caduta: una caduta per orgoglio. L'uomo voleva farsi Dio. E per lui fu la rovina totale. Gesù mite ed umile, con la sua prima caduta, ha voluto riparare l'orgoglio umano. Ha manifestato all'uomo così superbo un Dio così umile. Sono gli umili che salvano il mondo, i superbi lo distruggono.

Santa Madre deh voi fate Che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore.

 

IV  Stazione: Gesù incontra la sua Madre.

 

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

 

Sulla strada della vita cristiana non può mancare l'incontro con Maria. E' un incontro nella sofferenza, perché seguire Gesù fino in fondo è croce e martirio. Per una vera crescita spirituale è indispensabile una profonda devozione alla Madonna. Gesù è venuto a noi per mezzo di Maria; noi non possiamo andare a lui senza la Madre sua e Madre nostra, Maria.

Santa Madre deh voi fate Che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore.

 

V Stazione: Gesù è aiutato dal Cireneo.

 

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

 

Gesù portò la croce nella persona del Cireneo. Il cristiano porta la croce nella persona del Salvatore. Come il Cireneo fu sostituito a Gesù nel portare la croce, così Gesù sostituisce a sé il cristiano nel continuare a portare la croce lungo i secoli. Noi tutti siamo dei"cirenei".

Santa Madre deh voi fate Che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore.

 

IV Stazione: Gesù confortato dalla Veronica.

 

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

 

Gesù imprime sul volto della Veronica il suo volto sofferente, ma pieno di dolcezza. Il mondo ha bisogno di cuori grandi, di anime generose, che fanno camminare l'umanità, che imprimano nel tessuto della società un volto umano.

Santa Madre deh voi fate Che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore.

 

VII Stazione: Gesù cade una seconda volta.

 

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

 

L'umanità è caduta al tempo del diluvio, per la sua dissolutezza. L'uomo, capolavoro di Dio, si è distrutto. L'immagine di Dio si è ottenebrata. Gesù, immacolato e santo, con la sua caduta, ha sollevato l'uomo dal fango e gli ha ridonato l'antico splendore.

Santa Madre deh voi fate che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore.

 

VIII Stazione: Gesù consola le pie donne.

 

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

 

"Non piangete per me, ma su di voi e sui figli vostri" ha detto Gesù alle donne: egli rivelò così un cuore pieno di compassione per le altrui sofferenze. Così è il cuore di Gesù . così il nostro cuore può piangere con chi piange, dividere il pane, far rinascere la speranza, promuovere la giustizia, pagare di persona, seminare la gioia... . così dev'essere il nostro cuore.

Santa Madre deh voi fate che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore.

 

IX Stazione: Gesù cade una terza volta.

 

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

 

L'umanità cade ogni volta che l'odio e la guerra sconvolgono la terra. C'è sempre un Caino. C'è sempre un Erode. C'è sempre un giuda. Con la sua terza caduta Gesù ha voluto dire agli uomini:"Distruggete la guerra. Costruite la pace. Spegnete il fuoco della violenza. Accendete il fuoco dell'amore".

Santa Madre deh voi fate che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore.

 

X Stazione: Gesù spogliato delle vesti.

 

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

 

Gesù ha detto: "Gli uccelli hanno il loro nido, le volpi le loro tane, ma il Figlio dell'uomo non ha dove posare il corpo". Ora non ha più nemmeno il vestito. Ha detto ancora: "Chi ha due tuniche ne dia una  a chi non l'ha". Il superfluo lo dobbiamo dare a chi è nella necessità. Cancelliamo dalla faccia della terra la vergogna di chi sta troppo bene e di chi sta troppo male.

 Santa Madre deh voi fate che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore.

 

 XI Stazione: Gesù è inchiodato alla Croce.

 

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

 

La croce di Gesù è un ponte fra la terra e il cielo, fra gli uomini e Dio. Senza la sua croce, la terra è tenebre e morte, perché il cielo è chiuso, con la sua croce, la terra si illumina, perché il cielo si apre. Il Crocefisso è luce e salvezza..

Santa Madre deh voi fate Che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore.

 

XII Stazione: Gesù muore in Croce.

 

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

 

Dopo tre ore di straziante agonia, Gesù muore. S'immola il Figlio di Dio, vittima pura del nostro riscatto. Dall'albero della croce rifiorisce la vita. Il mondo è redento. L'umanità è salva. Davanti al Crocefisso : preghiamo, meditiamo, chiediamo perdono, promettiamo conversione, fedeltà, amore.

Santa Madre deh voi fate Che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore.

 

XIII Stazione: Gesù deposto dalla Croce.

 

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

 

La Madonna raccoglie tra le braccia il suo divin Figlio morto. Ciò che più l'affligge è il vedere in quel corpo esanime l'immagine dell'umanità colpita a morte dal peccato. Ella offre al Padre il corpo senza vita dell'Agnello divino, per ottenere ai figli suoi perdono, pace, grazia, salvezza.

Santa Madre deh voi fate Che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore.

 

XIV Stazione: Gesù viene posto nel sepolcro.

 

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

 

"Se il grano di frumento, cadendo in terra, non muore, non porta frutto". Come il grano scende nella terra e prepara il trionfo della messe matura, così Gesù scende nel sepolcro, per prepararsi a risorgere il terzo giorno. Gesù sembra un vinto, ma in realtà è un vincitore. Moriamo a noi stessi, ponendo nel sepolcro tutto ciò che è male, per essere un giorno nel regno della vita, in Dio.

Santa Madre deh voi fate Che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore.

 

XV stazione: Gesù risorge da morte.

 

Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo. Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

 

"E' risorto". Gesù non è fatto per il sepolcro, poiché è la Vita. Gesù non è fatto per le tenebre della tomba, poiché è la Luce. Gesù non è fatto per la terra, poiché è venuto dal Cielo. In lui tutto è vita, tutto è pace, tutto è cielo. Così è per noi, con lui.

 

Preghiamo:

O Padre che hai voluto salvare gli uomini con la morte in Croce del Cristo tuo Figlio, concedi a noi che abbiamo conosciuto in terra il suo mistero di amore, di godere i frutti della Redenzione nel Cielo. Per Cristo nostro Signore. Amen.