VIA CRUCIS PER LA SANTIFICAZIONE DEI SACERDOTI 

Preghiera preparatoria

O eterna Verità, qual è la nostra dottrina e qual è la via che dobbiamo percorrere per arrivare al Padre? Io non conosco che quella tracciata dal vostro Sangue e confermata dalle virtù ammirabili della vostra carità. Io imploro la vostra misericordia, fatemi la grazia di seguire la vostra carità con cuore semplice, con-cedetemi una fame conti-nua di soffrire per voi pene e tormenti. Date ai miei occhi, Padre, fontane      di lacrime, affinché otten-ga la vostra misericordia per il mondo intero e spe-cialmente per la Chiesa, vostra sposa. Ho peccato, Signore, ab-biate pietà di me. Amen. 

I Stazione

GESù è CONDANNATO A MORTE

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua Croce hai redento il mondo.

«Gesù tace e noi mormoriamo...».

Ti chiediamo, o Signore, virtù di sublime fortezza per i Sacerdoti che Ti devono seguire per le vie della completa morte interiore... Pater, Ave, Gloria.

Santa madre, deh, voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore! 

II Stazione

GESù è CARICATO DELLA CROCE

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua Croce hai redento il mondo.

... «Paragoniamo la sua croce alla nostra...».

Ti chiediamo, o Gesù, per sacerdoti perfet-ta rassegnazione nel portare le gravi croci che Tu destini loro per il bene delle anime... Pater, Ave, Gloria.

Santa madre, deh, voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore!        

III

GESù CADE PER LA PRIMA VOLTA

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua Croce hai redento il mondo.

... «Egli ci guarda: umiliamoci...».

O Signo-re, degnaTi di guardare i tuoi Sacerdoti, penetrali col tuo sguardo divino, affinché non abbiano a cadere sotto le suggestioni del nemico... Pater, Ave, Gloria.

Santa madre, deh, voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore! 

IV Stazione

GESù INCONTRA LA SUA SS. MADRE

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua Croce hai redento il mondo.

 ... «Contempliamo il dolore di ambedue e paragoniamolo al nostro...».

OSignore, che dei dolori tuoi e degli spasi-mi dell'Addolorata, siano penetrati i cuori dei tuoi Sacerdoti!... Pater, Ave, Gloria.

Santa madre, deh, voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore! 

V Stazione

IL CIRENEO AIUTA GESù A PORTARE LA CROCE

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua Croce hai redento il mondo.

... «E noi, che facciamo?».

O Signore, che Tu possa trovare in ogni cuore sacerdotale un intimo consolatore delle tue misti-che pene; dona ad ogni Sacerdote la grazia di poter essere altresì il Cireneo pietoso verso le anime addolo-rate che a lui ricorrono per aiuto e conforto. Pater, Ave, Gloria.

Santa madre, deh, voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore! 

VI Stazione

LA VERONICA ASCIUGA IL VISO DI GESù

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua Croce hai redento il mondo.

... «E noi che facciamo per confortarlo?... ».

Maestro dolcissimo, con tutto il cuore Ti chiediamo che i tuoi sacerdoti abbiano a vivere perfetta la vita della carità, dell'umiltà, della purezza: solo così Ti potranno efficacemente consola-re e sollevare... Pater, Ave, Gloria.

Santa madre, deh, voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore! 

VII Stazione

GESù CADE PER LA SECONDA VOLTA

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua Croce hai redento il mondo.

... «è il peso dei nostri peccati che Lo fa soccombere...».

O Gesù, per l'unione inti-ma che esiste tra Te e ed il Sacerdote, Ti sup-plichiamo che egli non abbia a cadere in peccato... Pater, Ave, Gloria.

Santa madre, deh, voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore! 

VIII Stazione

GESù CONSOLA LE DONNE PIANGENTI

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua Croce hai redento il mondo.

... «Piangiamo anche noi e domandiamo misericordia...».

O Gesù benedetto, fa' che il Sacerdote, il quale è posto a mediatore fra il cielo e la terra per noi poveri peccatori, sappia costante-mente implorarci da Te misericordia e perdono... Pater, Ave, Gloria.

Santa madre, deh, voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore! 

IX Stazione

GESù CADE PER LA TERZA VOLTA

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua Croce hai redento il mondo.

... «Annientiamoci anche noi ai suoi piedi».

Per la tua terza caduta, Signore, fa' ottenere al cuore dei tuoi Sacerdoti spirito di grande docilità alle ispirazioni interne della grazia ed un vero annientamento che assomigli al tuo stato eucaristico... Pater, Ave, Gloria.

Santa madre, deh, voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore! 

X Stazione

GESù è SPOGLIATO DELLE VESTI

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua Croce hai redento il mondo.

... «Spogliamoci e rinunciamo al nostro amor proprio».

Gesù, fa' che i tuoi ministri non vivano che di Te, per Te, in Te... Pater, Ave, Gloria.

Santa madre, deh, voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore! 

XI Stazione

GESù è INCHIODATO SULLA CROCE

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua Croce hai redento il mondo.

... «Immoliamoci con lui ...».

Che genero-samente il sacerdote Ti consegni le sue mani, o Signore, affinché abbia sempre da assolvere, da benedire, da consacrare degnamente; i suoi piedi, perché lo conducano solo dove la carità lo esige; il suo cuore perché non ami che Te; la sua volontà per non compiere che la tua Santissima; tutto il tuo essere per divenire veramente un'Ostia viva a Te gradita... Pater, Ave, Gloria.

Santa madre, deh, voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore! 

XII Stazione

GESù MUORE IN CROCE

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua Croce hai redento il mondo.

... «E noi siamo morti a tutto ciò che non è Dio solo? ...».

Ti chiediamo di far morire in ogni cuore sacerdotale ogni pensiero, ogni sentimento, ogni tendenza, ogni affetto, che non miri-no direttamente alla tua maggiore gloria... Pater, Ave, Gloria.

Santa madre, deh, voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore! 

XIII Stazione

GESù è DEPOSTO DALLA CROCE

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua Croce hai redento il mondo.

... «Baciamolo, abbracciamolo come fece la sua Santissima Madre...».

Fa', o Signore, che i tuoi Sacerdoti cerchino e trovino soltanto nel tuo amplesso divino, al contatto delle tue carni immaco-late, il vero conforto nelle angustie del loro spirito e nelle amare disillusioni del loro apostolato... Pater, Ave, Gloria.

Santa madre, deh, voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore! 

XIV Stazione

GESù è POSTO NEL SEPOLCRO

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo, perché con la tua Croce hai redento il mondo.

... «DomandiamoGli di rinchiuderci nella piaga del suo SS. Costato per non uscirne mai più e vivere solo d'amore...».

Maestro dolcissimo, tienTi ben stretti i Sacerdoti, chiudili tutti nella tua ferita d'amore, così si formeranno veramente ad un'altissima santità e saranno, a loro volta, santifi-catori di anime... Pater, Ave, Gloria.

Santa madre, deh, voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore! 

PREGHIERA FINALE

O Crocefisso adorabile, i cui occhi sembrano rannuvo-lati dalle nebbie della morte, il cui capo è lievemente inclinato e le cui membra solcate da acerbi squarci e di sangue, accoglimi nel tuo perdono e con me i tuoi Sacerdoti. Ecco, io sono ai tuoi piedi, regna sulla mia mente, regna sul mio cuore la tua misericordia m'inte-nerisca, ma mi metta in cuore; un salutare spavento della tua giustizia.

O Santa Madre di Dio, Addolorata. O Vergine mia dolcissima, ti porgo l'offerta del mio cuore, perché lo conservi intatto come il tuo cuore Immacolato.

Ti porgo l'offerta della mia mente perché pensi idee di pace, di bontà, di purezza e di verità.

Ti porgo l'offerta della mia volontà perché si manten-ga fresca e generosa nel servizio di Dio.

Ti porgo l'offerta del mio lavoro, dei miei dolori, delle mie pene, delle mie ansie, delle mie tribolazioni, delle mie lacrime, del mio presente, del mio avvenire per-ché Tu la presenti al tuo Divin Figlio come purificazio-ne della mia vita. Madre pietosa, mi rifugio nel tuo cuore Immacolato per calmare i dolorosi palpiti delle mie tentazioni, delle mie aridità, delle mie freddezze e delle mie negligenze. Ascoltami o Madre, guidami, sostienimi e difendimi contro ogni pericolo dell'anima e del corpo, ora e per tutta l'eternità. Amen.